Lun 16 Set 2019

 HOME PAGE
 infopoint Torino
 CALENDARIO
 INIZIATIVE
 INCONTRI SCUOLA
 COSE FATTE
 CONTATTI
 ALTRI PERCORSI
 MAILING LIST
 AREA RISERVATA 



dettagli ricerca












dai bimbi della scuola Sabin di Rivoli






EMERGENCY Life Support for Civilian War Victims
Associazione umanitaria italiana per la cura e la riabilitazione delle vittime delle guerre e delle mine antiuomo
Coordinamento regionale dei gruppi di Alessandria, Arona, Alba, Biella, Borgosesia, Canavese, Cuneo, Lago d'Orta, Novara, Pinerolo, Santena, Torino, Verbania, Vercelli.



LE NOSTRE PROSSIME INIZIATIVE:
ULTIMO AGGIORNAMENTO: Giovedì 12 Settembre 2019 ore 18:11


VEDI SOLO INIZIATIVE DEL GRUPPO DI


 
Legenda: gli appuntamenti con lo sfondo grigio non sono ancora confermati o non è ancora confermata la nostra presenza, ma vi invitiamo comunque a controllare di giorno in giorno anche gli altri che possono essere suscettibili di modifiche.
Gio 19 Set 2019
h. 18,30
Incontro con Marco Aime - Parole di Pace
Infopoint Emergency Torino - Corso Valdocco 3, Torino
Incontriamo Marco Aime e il suo nuovo libro: Comunità.
Come e quando la comunità ha smesso di essere il nostro orizzonte sociale e psicologico? Se la società urbano-industriale ha contribuito a indebolire relazioni e rituali depositari di una memoria condivisa, il colpo decisivo è arrivato dalla Rete, con le sue communities virtuali in cui velocità, tweet e like hanno sostituito qualità, conversazione, amicizia. In questa era dei non luoghi e dell'eterno presente, tuttavia, il bisogno di comunità resta. Da 25 anni Emergency mette in pratica la sua concreta idea di comunità, senza confini o bandiere, tramite cure di eccellenza e gratuite per oltre 10 milioni di persone.
Marco Aime insegna Antropologia culturale presso l'Università di Genova. Tra i suoi libri «Eccessi di culture» (2004) e «Contro il razzismo. Quattro ragionamenti» (2016), pubblicati da Einaudi, nonché «L'isola del non arrivo» (Bollati Boringhieri, 2018). Ha condotto ricerche in Africa occidentale (Benin, Mali) e sulle Alpi e ha compiuto numerosi viaggi in paesi come: Algeria, Libia, Tunisia, Marocco, Mauritania, Senegal, Mali, Burkina Faso, Benin, Togo, Ghana, Etiopia, Tanzania, R. D. del Congo, Botswana, Namibia, Sudafrica, Yemen, India, Nepal, Myanmar, Thailandia, Ecuador. Ha collaborato a 4 volumi per la collana Dialoghi sull'uomo - Utet. Ha vinto il Premio Chatwin e il Premio Albatros con il libro di racconti ''Taxi Brousse''.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Dom 22 Set 2019
Dalle 10,00 alle 18,00
25° compleanno dell'Associazione Trekking Italia
Cascina Bert Pro Natura, Str. Antica di Revigliasco 77 - Torino.
Il programma prevede: due trek con partenza dal Castello del Valentino alle ore ore 9,00 per raggiungere con percorsi e difficoltà diverse la Cascina Bert.
In Cascina:
ore 10: lezione di pilates e risveglio muscolare (30 minuti);
ore 11: giochi a squadre e caccia al tesoro;
ore 12: lezione di zumba;
ore 13: pranzo con formula ''portiamo e mangiamo'' con condivisione del cibo. L'associazione offrirà una fetta di torta di compleanno: le offerte saranno devolute ad Emergency.
ore 15,30: altri giochi e Yoga della Risata (Condotto da Alessandro Benetti a offerta libera per Emergency)

I soci ed i simpatizzanti che intendano partecipare DEVONO comunicare la propria presenza al più presto:
E-mail: torino@trekkingitalia.org - Telefono: 011.324.82.65 dal martedì al venerdì.
Emergency sarà presente con un banchetto informativo.
Mail prenotazioni

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 26 Set 2019
h. 10,00
STUPIDO RISIKO - Spettacolo di Emergency sulle guerre
Scuola Holden - Piazza Borgo Dora 49 - Torino
Festival delle Migrazioni - Seconda edizione
Quale funzione può avere la Cultura in rapporto al contrastato tema della migrazione, in un periodo di rischiose derive razziste, se non quello di proporre un immaginario diverso, per dare significato e pratica a parole come convivenza, comunità, cura, diritto alla vita, inclusione, amore, desiderio, sogno, visione di futuro.
Stupidorisiko. Una geografia di Guerra è una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze.
Con Matteo Palazzo
Drammaturgia e Regia: Patrizia Pasqui
Produzione Emergency Ong Onlus
Il racconto, partendo dalla Prima Guerra Mondiale e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri. Episodi storicamente documentati e rappresentativi della guerra si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi.
Lo spettacolo vuole raccontare in forma semplice e chiara - e, perché no, anche ironica - alcuni aspetti e avvenimenti della guerra e della sua tragicità, che spesso sono dimenticati o ignorati. Stupidorisiko. Una geografia di Guerra è nato dall'idea di vedere la guerra sotto degli aspetti attraverso cui non è mai stata raccontata: quello della parte delle vittime e quello della stupidità della guerra.


A seguire alle 11,30 l'incontro GUERRE e MOBILITÀ- Il rapporto tra i fenomeni migratori e le guerre, i cambiamenti climatici e i confini.
Intervengono: Abdullahi Ahmed - Emanuele Giordana giornalista - Nouhoum Traorè - Barbara Schiavulli giornalista di guerra.

Rivolto alle classi delle scuole Superiori - biennio e triennio. Intero 3,00 - Ridotto 1,00 Euro a studente.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Dom 29 Set 2019
h. 17:00 - 19:30
Torino Spiritualità - Laboratorio: Non c'è notte senza un'alba
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.
Conducono Luca Streri, economista sociale e Dario Mandarano, formatore.
A cura di Movimento Mezzopieno, in collaborazione con Emergency Gruppo di Torino
Scrive Haruki Murakami: «quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato».
È proprio così: luce e tenebra non sono condizioni antitetiche, ma momenti integrati nell'itinerario di crescita di ciascuno. Per dare consistenza a questa consapevolezza, all'atto dell'iscrizione i partecipanti riceveranno l'indicazione di un ''passo'' da compiere individualmente, un piccolo impegno a cui tener fede per poi condividerne gli esiti durante il laboratorio e da qui, attraverso esercizi e strumenti teorici, lavorare insieme sui principi del reframing.

RIF. GRUPPO DI TORINO



VERSIONE STAMPABILE
 TORNA ALL'INIZIO